Porticato abusivo realizzato nell’area archeologica a Paestum: ri-sequestrata stanza d’albergo

Porticato abusivo realizzato nell’area archeologica a Paestum: ri-sequestrata stanza d’albergo

Il proprietario della struttura è stato denunciato per violazione dei sigilli


NAPOLI – Il Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato, per la seconda volta, una stanza di albergo con tanto di porticato realizzato, abusivamente all’interno del sito archeologico di Capaccio Paestum, in provincia di Salerno, patrimonio dell’Unesco. Il proprietario della struttura è stato denunciato per violazione dei sigilli.

I controlli dei militari delle Fiamme Gialle nell’area archeologica – hanno consentito di accertare la demolizione ma anche l’illecito ripristino di diversi manufatti e la deprecabile pratica dell’utilizzo degli abusi edilizi ai fini commerciali per incrementare i fatturati utilizzando però una concorrenza sleale. Il sito – ricorda la Guardia di Finanza in una nota – “è caratterizzato da una tutela integrale e quindi non è possibile rilasciare alcun titolo edilizio”.