Ragazzo 17enne uccide 21enne a colpi di pistola: “Voleva che rubassi per lui”

Ragazzo 17enne uccide 21enne a colpi di pistola: “Voleva che rubassi per lui”

l giovane avrebbe precedenti per reati contro il patrimonio, così come la vittima. I due si sarebbero incontrati ieri pomeriggio su insistenza della vittima


FOGGIA – Inizialmente si era pensato ad un movente passionale ma il 17enne che ieri sera si è presentato spontaneamente in questura dopo avere ucciso con cinque colpi di pistola il 21enne Nicola Di Rienzo a Foggia ha ammesso di avere sparato e ha dato tutt’altra spiegazione del movente: “Voleva che io rubassi per lui altrimenti gli avrei dovuto dare 500 euro al mese” ha detto dopo un ora e mezza di interrogatorio alla pm Gianna Maria Nanna. Il giovane avrebbe precedenti per reati contro il patrimonio, così come la vittima. I due si sarebbero incontrati ieri pomeriggio su insistenza dello stesso Di Rienzo.  Il 17enne ha detto che temeva di essere accoltellato e che per questo si sarebbe presentato all’appuntamento armato con una pistola trovata – a suo dire – in campagna qualche settimana fa. I toni durante l’incontro si sarebbero accesi e a quel punto il 17enne – come da lui stesso ricostruito – avrebbe mostrato la pistola a Di Rienzo che a sua volta avrebbe tentato di sottrargliela. Poi sarebbe scappato inseguito dal 17enne che dopo un centinaio di metri avrebbe aperto il fuoco 21enne. Omicidio volontario l’accusa contestata al minorenne.

FONTE: RAINEWS24