Roma, incubo serial killer delle prostitute: trovate due donne morte nello stesso palazzo

Roma, incubo serial killer delle prostitute: trovate due donne morte nello stesso palazzo

Ad avvisare la polizia il portiere dello stabile


ROMA – A Roma è incubo serial killer di prostitute. Stamattina due donne sono state trovate morte in via Augusto Riboty, a due passi da piazzale Clodio nel quartiere Prati, mentre poche ore dopo è toccato a una transessuale, ritrovata accoltellata in una casa di via Durazzo. Le prime due vittime sono due donne di nazionalità cinese, una trovata esanime sul pianerottolo, l’altra all’interno di un appartamento nel quale, però, nessuna delle due risultava residente.

Ad avvisare la polizia il portiere dello stabile, avvisato da un’altra condomina del palazzo che era uscita a stendere il bucato e che si è accorta della donna a terra. Secondo le prime informazioni sarebbe stata ferita alla testa e avrebbe ricevuto una coltellata all’addome. Ci sono gli agenti della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica al lavoro nel palazzo in Via Augusto Riboty 28, a due passi dalla città giudiziaria, dove due donne cinesi questa mattina sono state trovate morte. Gli investigatori, che indagano per omicidio, stanno raccogliendo le prime testimonianze dei condomini.

Aveva un coltello piantato nel petto la transessuale brasiliana trovata cadavere nel suo appartamento in via Durazzo 48 a Roma, poco distante dal luogo in cui stamattina sono stati ritrovati i corpi di due donne di nazionalità cinese. La trans, una prostituta, utilizzava l’appartamento dove è stata strovata morta per ricevere i clienti. Indaga la polizia.