Stava andando a scuola in bici, 14enne investito dal tram: proseguono le indagini

Stava andando a scuola in bici, 14enne investito dal tram: proseguono le indagini

Il pm procede per “omicidio stradale colposo”


MILANO – Un ragazzo di 14 anni, Luca Marengoni, è morto stamani, a Milano, investito da un tram mentre si stava recando a scuola in bicicletta. La dinamica è ancora da chiarire.

L’autista della linea16 è stato trasportato in stato di shock all’ospedale Policlinico. L’incidente è avvenuto all’angolo fra via Tito Livio e via Einstein, nei pressi di un attraversamento pedonale.

La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo stradale e ha indagato il conducente dell’Atm, a sua garanzia, al fine di effettuare gli accertamenti necessari per ricostruire la dinamica. Il pm di turno Cristina Ria ha disposto il sequestro del mezzo per le analisi della scatola nera e delle eventuali telecamere di bordo, l’acquisizione dei video della zona, e l’autopsia. Sequestrata anche la bicicletta e si stanno ascoltando i testimoni.

La bicicletta del ragazzino è rimasta nel mezzo della carreggiata. Un mezzo leggero, che porta i segni dello schiacciamento subito nell’impatto. La bici, grigia, in alluminio, è spezzata in tre punti ed era finita sotto il tram, incastrata. “La squadra intervenuta – spiegano i vigili del fuoco – ha sollevato parzialmente il tram e ha estratto il corpo e la bici”.

Luca Marengoni studiava come il fratello al liceo Einstein. “Siamo sconvolti – dicono all’ANSA dalla direzione dell’istituto – è una tragedia, una terribile tragedia”. “Sono arrivato poco prima che succedesse, e quando sono entrato a scuola ho visto il tram in lontananza, era in fondo alla via. Non avrei mai immaginato…”. È la testimonianza di uno studente. L’Istituto, il cui ingresso è a poche decine di metri dal punto dell’incidente, alle 11.30 ha osservato un minuto di silenzio. “Si è saputo cosa era accaduto alla seconda ora – dice una ragazza di seconda – e scendendo abbiamo visto il fratello in lacrime. Anche lui è un nostro compagno, ma in quinta”.

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala proclamerà una giornata di lutto cittadino. “Oggi per Milano è un giorno molto triste – ha scritto il sindaco sulle sue pagine social -. Sto seguendo con dolore la tragedia di via Tito Livio e il mio pensiero è rivolto alla famiglia del ragazzo. Fin da ora annuncio che proclameremo una giornata di lutto cittadino”.

IL PRIMO LANCIO

Ragazzino di 14 anni muore investito da un tram: stava andando a scuola in bici, indagini in corso