Tenta di uccidere la fidanzata e poi si toglie la vita a 21 anni: 18enne lotta tra la vita e la morte

Tenta di uccidere la fidanzata e poi si toglie la vita a 21 anni: 18enne lotta tra la vita e la morte

I fatti sono accaduti ieri nell’appartamento dove la coppia viveva con la figlia molto piccola


Sono in lieve miglioramento, anche se restano gravi, le condizioni della 18enne ferita ieri sera a Cassano delle Murge con colpi di pistola dal compagno 21enne che si è poi suicidato sparandosi un colpo alla testa con la stessa arma.

La giovane, raggiunta al petto dai proiettili che le hanno perforato un polmone, è ricoverata nel reparto di rianimazione, dopo un drenaggio toracico cui è stata sopposta nella notte. Le sue condizioni sono stabili e in mattinata i medici la hanno estubata. La prognosi è ancora riservata.

Il fatto è avvento ieri sera in un appartamento a Cassano delle Murge, paese dell’entroterra barese dove la coppia viveva con la figlia molto piccola. Al momento della tragedia la piccola non era in casa, perchè si trovava con i nonni materni. La giovane, inizialmente ricoverata nell’ospedale di Acquaviva delle Fonti e poi traferita d’urgenza al Policlinico di Bari, è stata operata nel reparto di chirurgia toracica. E’ ricoverata con riserva di prognosi ed è presto per dire se potrà cavarsela. A chiamare i soccorsi sono stati i vicini di casa che hanno sentito prima le grida provenienti dalla casa e poi i colpi di pistola. Le indagini sono affidate alla Compagnia dei Carabinieri di Altamura. Gli inquirenti mantengono sull’accaduto il massimo riserbo.

LEGGI ANCHE: Tragedia in casa: spara alla compagna di 18 anni e si toglie la vita