Traffico di droga, preso il latitante Bruno Carbone: mediatore tra narcos colombiani e la camorra

Traffico di droga, preso il latitante Bruno Carbone: mediatore tra narcos colombiani e la camorra

La polizia giudiziaria ha eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione per una pena di 20 anni di reclusione


Per delega del Procuratore della Repubblica distrettuale f.f., si comunica che nella mattinata odierna, presso lo scalo aeroportuale di Roma – Ciampino, la Squadra Mobile, il Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Napoli e il G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Napoli hanno tratto in arresto il latitante Bruno CARBONE, nato a Napoli il 23.2.1977, destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia, fatti per i quali il Carbone è stato già giudicato e condannato in primo e secondo grado.

Nel contempo, nei confronti del medesimo Carbone la polizia giudiziaria ha eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione per una pena di 20 anni di reclusione, emesso dalla Procura Generale di Catania a seguito di sentenza passata in giudicato per il delitto di associazione finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, nonché un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della locale Procura della Repubblica – D.D.A., per associazione finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti.