“Vogliono uccidermi!”: ansia tra Napoli ed il casertano, Agostino è scomparso da 2 giorni

“Vogliono uccidermi!”: ansia tra Napoli ed il casertano, Agostino è scomparso da 2 giorni

L’uomo si era recato regolarmente sul posto di lavoro, per poi andare via dopo due ore riferendo delle minacce ricevute. L’appello dei familiari


NAPOLI/MARCIANISE – Ansia tra Napoli e Caserta per la scomparsa, da circa due giorni di Agostino Rumolo, 37 anni. L’uomo era partito da Napoli, da Corso Umberto, con il bus per andare al suo posto di lavoro, il polo del Tarì di Marcianise.

Questo l’appello della sorella:

“Si chiama Agostino Rumolo, alto 1,80, magro. Al momento della scomparsa indossava un giubbino giallo, pantaloni di jeans scuri e uno zainetto grigio. Porta un piercing sul sopracciglio sinistro. E’ scomparso da Caserta il 10 novembre. Per favore fate girare!!! Contattare Giuliana Rumolo, sua sorella. per qualunque informazione possiate dare”.

Secondo quanto riportato da Edizione Caserta, Rumolo era arrivato regolarmente sul posto di lavoro, nella zona Asi marcianisana. Dopo due ore di lavoro al banco, però, Agostino va via. Dice al datore di lavoro di doversi allontanare urgentemente perché qualcuno lo cercava e non con propositi non certo pacifici. Avrebbe addirittura riferito che quella persona, non identificava, voleva ucciderlo. Sembrano parole quasi sconclusionate ma Agostino si allontana davvero col giubbotto giallo e lo zaino grigio.

I familiari hanno presentato denuncia di scomparsa alle forze dell’ordine, ma sono preoccupati. Agostino sembrava da diversi giorni molto strano e ha anche lasciato il cellulare a casa.