Bonus deputati, Conte pronto a donarlo alle scuole: l’istituto Gramsci-Impastato di Giugliano chiede aiuto

Bonus deputati, Conte pronto a donarlo alle scuole: l’istituto Gramsci-Impastato di Giugliano chiede aiuto

L’ex presidente del Consiglio dei Ministri è stato l’unico a rispondere facendo una proposta: “Diamo un gesto simbolico per le scuole che sono senza dotazioni e che il governo sta chiudendo”


ITALIA – Sono giorni ormai che si sente parlare del bonus, fino a 5.500 euro, volto all’acquisto di dotazioni d’ufficio, come tablet, pc e smartphone, riservato ai componenti della camera dei Deputati. Il bonus, che funge da regalo natalizio, è raddoppiato rispetto alla scorsa legislatura, quando ammontava a circa 2.500 euro.

“È uno schiaffo alla povertà” hanno polemizzato diverse persone, sottolineando come ai deputati quei soldi non siano necessari, sarebbe meglio quindi destinarli a chi ne avrebbe davvero bisogno. Dell’argomento si è parlato anche ieri, 6 dicembre, in un servizio de Le Iene, durante il quale le telecamere del programma hanno chiesto un parere a vari deputati sul bonus più chicchierato degli ultimi giorni.

L’ex presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, è stato l’unico a rispondere facendo una proposta: “Diamo un gesto simbolico per le scuole che sono senza dotazioni e che il governo sta chiudendo. Metto il mio bonus a disposizione delle scuole. Parola mia”.

Sono moltissime infatti le scuole che non possono permettersi dotazioni informatiche, durante il programma è stata individuata, per esempio, la Gramsci-Impastato di Giugliano, lo show Mediaset spiega infatti che l’istituto ha la necessità di acquistare computer, stampanti e tablet. Il servizio si è poi concluso con una sfida: altri parlamentari saranno disposti a fare lo stesso?

IL SERVIZIO DE “LE IENE”