“Furbetti del cartellino”, il giudice salva 2 medici napoletani: “I reati sono estinti”

“Furbetti del cartellino”, il giudice salva 2 medici napoletani: “I reati sono estinti”

Si tratta di un radiologo, oggi 65 anni, accusato di essersi allontanato mentre era in servizio in ospedale, tra l’altro, per andare a giocare una partita di tennis


NAPOLI – La prescrizione “salva” due medici napoletani finiti nel lungo elenco dei cosiddetti “furbetti del cartellino”: il giudice monocratico della prima sezione penale del Tribunale partenopeo ha dichiarato estinti i reati contestati dalla Procura di Napoli e rigettato le richieste avanzate nei loro confronti dalla parte civile, cioé l’accertamento delle responsabilità e la condanna, in solido con gli altri imputati, al pagamento di una ingente provvisionale.

Si tratta di un radiologo, oggi 65 anni, accusato di essersi allontanato mentre era in servizio in ospedale, tra l’altro, per andare a giocare una partita di tennis.

Ansa