Lutto nell’agro aversano: Michele muore a 49 anni, lascia moglie e figlia

Lutto nell’agro aversano: Michele muore a 49 anni, lascia moglie e figlia

L’uomo fu vittima, qualche anno fa, di un terribile incidente nei pressi di una stazione ferroviaria


CARINARO (CE) – Lutto nell’agro aversano per la morte di un giovane padre di famiglia. Michele Scarano, 49 anni, è morto nonostante l’arrivo di due ambulanze. E’ accaduto a Carinaro, nell’agro aversano. L’uomo era scampato ad incidente che ne aveva minato il fisico. Lascia moglie e figlia.

Questo il ricordo dell’ex assessore al Comune di Carinaro, Giuseppe Barbato, che, nel post, ha raccontato anche la sua storia: “IL CARISSIMO MICHELE SCARANO È MORTO. Ieri sera nonostante i soccorsi e l’ausilio di ben due autoambulanze il nostro compaesano MICHELE SCARANO è spirato. Aveva 49 anni. Era reduce di un gravissimo incidente avvenuto nei pressi della stazione fs di Gricignano alcuni anni fa. Da allora dalla lunga rianimazione tra ricoveri, interventi e terapie costanti, Michele Scarano viveva nella sua casa accudito amorevolmente dalla moglie Angela, dalla figlia Alessia e dai suoceri Vincenzo e Raffaelina. Chi vi scrive ha avuto il privilegio di frequentare la Sua casa e dì godere della Sua amicizia, sia allorquando che ho ricoperto la carica di assessore alle politiche sociali che per la mia professione: ricordo quando ritornò dall’ospedale e andai a casa sua per salutarlo mi disse attraverso la moglie ( perché aveva difficoltà a parlare) …. Peppi’ hai visto che non ti ho tradito!!! Rimasi basito a quelle parole. Mi corre l’obbligo in questo tragico momento di rivolgere sentimenti di ringraziamento, come dicevo, non solo alla moglie ma soprattutto al suocero Vincenzo che trattava Michele come un figlio assecondandolo in tutte le sue richieste e a volte nelle esigenze impellenti.

Sovente si incontravano quando il tempo lo permetteva con la moto elettrica uno indietro all’altro facendo qualche passeggiate ultimamente avevano anche acquistato un furgoncino adattato per il nostro Michele con il quale usciva. Tanti ricordi e vissuti mi affiorano nella mia mente in questo momento che riserbo gelosamente nel mio cuore. In questo momento di dolore la mia vicinanza ad Angela, alla carissima figlia Alessia e alle care famiglie Scarano e Cipullo per la dipartita del carissimo Michele.

A Dio affidiamo la Sua anima eletta. Grazie Michele della Tua amicizia; grazie per la fiducia che hai avuto in me; grazie per tutto. Credo nell’esistenza dell’aldilà è sicuramente il tuo posto sarà nel Paradiso perché il Purgatorio ( le sofferenze fisiche) lo hai già fatto sulla terra!!! Ora riposa in pace e continua a guardare in un’altra dimensione tua moglie Angela e la tua adorata figlia Alessia”.