Bacoli, via al progetto per i detenuti di Nisida: 2 ragazzi impegnati nella raccolta rifiuti in città

Bacoli, via al progetto per i detenuti di Nisida: 2 ragazzi impegnati nella raccolta rifiuti in città

Il Sindaco: “È un atto di civiltà. Per aiutare chi ha sbagliato, a ricominciare una nuova vita”


BACOLI – Lavoreranno a Bacoli e saranno impegnati nella raccolta rifiuti due detenuti del carcere minorile di Nisida che hanno tanta voglia di riscattarsi e tornare in contatto con la comunità. Il progetto li vedrà impegnati per i prossimi 6 mesi a raccogliere rifiuti per le vie del comune flegreo. A darne notizia, il Sindaco di bacoli Josi Gerardo Della Ragione attraverso le sue pagine social:

Siamo partiti! Da oggi due giovani detenuti del carcere di Nisida presteranno servizio a Bacoli per la raccolta rifiuti e la pulizia della città. Attraverso l’istituto della messa alla prova. È un atto di civiltà. Per aiutare chi ha sbagliato, a ricominciare una nuova vita. A riscattarsi, a tornare in contatto con la comunità, ad aiutare il territorio.

Abbiamo il dovere di recuperare, di aiutare, di sollecitare processi di riscatto sociale. Soprattutto quando sono ragazzi. È un progetto che li vedrà coinvolti per i prossimi sei mesi. Abbiamo deciso di sostenerlo attraverso la Flegrea Lavoro, così come previsto dalle norme. Una società pubblica che raggiunge il 90% di raccolta differenziata. Un vanto per tutto il popolo bacolese. Lo sentiamo come un dovere morale. Ringrazio l’amministratore unico Valentina Sanfelice di Bagnoli per questo bel risultato. Bacoli fa la sua parte. Insieme, facciamo squadra. Un passo alla volta“.