Ciclista investito e ucciso da auto pirata: il guidatore è stata rintracciato

Ciclista investito e ucciso da auto pirata: il guidatore è stata rintracciato

Si tratta di un ultra 70enne che è stato denunciato per omicidio stradale. Il suo veicolo, che presenta danni compatibili con l’impatto, è stato sequestrato


Furgone usato come ambulanza per malati ospedale, 3 denunce

Un ciclista di 63 anni è morto dopo esser stato travolto da un’auto pirata all’interno della galleria del Persico, nel Comune di Levanto (La Spezia). Secondo le prime informazioni, l’uomo stata percorrendo in bicicletta la galleria quando un’auto l’ha travolto ed è scappata via.

Sul posto ambulanza inviata dal 118 e vigili del fuoco. L’uomo sarebbe deceduto sul colpo. I carabinieri stanno raccogliendo le testimonianze di altri automobilisti e visionando le riprese della videosorveglianza. La strada è stata chiusa per i rilievi e l’intervento dell’ambulanza.

Identificato e denunciato per omicidio stradale guidatore di auto pirata.
I carabinieri hanno individuato e rintracciato presso la sua abitazione a Sestri Levante l’uomo che, al volante della propria auto, ha travolto e ucciso Marco Bologna, ex dipendente di Banca Intesa San Paolo, originario di Sarzana. Si tratta di un ultra 70enne che è stato denunciato per omicidio stradale. Il suo veicolo, che presenta danni compatibili con l’impatto, è stato sequestrato. La salma del ciclista è all’ospedale di Spezia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.