Il vero volto di Matteo Messina Denaro, la prima foto dopo l’arresto mentre veniva trasferito in una località segreta

Il vero volto di Matteo Messina Denaro, la prima foto dopo l’arresto mentre veniva trasferito in una località segreta

Polizia e Carabinieri avevano provato a dare un identikit del ricercato tramite “age progession” ma solo oggi il suo viso è divenuto noto


PALERMO – Il vero volto di Matteo Messina Denaro è stato mostrato dai Carabinieri dopo l’arresto, avvenuto oggi nella clinica privata La Maddalena di Palermo, dopo 30 anni di latitanza. Polizia e Carabinieri avevano provato a dare un identikit del ricercato tramite “age progession” ma solo oggi il suo vero volto è divenuto noto.

Si tratta della prima vera foto del boss che durante gli anni di latitanza non era mai stato sorpreso, tanto che di lui non si disponeva neppure di foto segnaletiche, la sua ultima immagine a disposizione risaliva a a quando era giovane. La foto lo mostra seduto nel minivan bianco usato per il suo arresto, con cappello e occhiali da sole.

Matteo Messina Denaro è stato arrestato all’interno della clinica privata La Maddalena di Palermo, dove era in cura da oltre un anno. Dopo il blitz nella clinica a Palermo, l’ormai ex superlatitante Matteo Messina Denaro è stato trasferito in una località segreta. Denaro, a quanto si apprende da fonti investigative, faceva periodicamente controlli in quella struttura, che la scorsa notte durante il blitz del Ros era stata messa in sicurezza con diverse decine di uomini per tutelare tutti gli altri pazienti. Quando è stato arrestato, Messina Denaro non era allettato ma si stava facendo i controlli.

Quando è stato catturato “non ha opposto resistenza”, è stato fatto salire su un furgone bianco e portato via, lo ha spiegato il generale di divisione Pasquale Angelosanto, comandante dei Ros.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: “Arrestato dopo 30 anni il boss latitante Matteo Messina Denaro: era in ospedale per sottoporsi a delle terapie