Matteo Messina Denaro, scoperto il secondo bunker del boss: è la stanza dei segreti?

Matteo Messina Denaro, scoperto il secondo bunker del boss: è la stanza dei segreti?

Lo avrebbe fatto realizzare lui stesso all’interno di un appartamento a Campobello di Mazara


CAMPOBELLO DI MAZARA – Un secondo bunker per Matteo Messina Denaro. È stato scoperto dai carabinieri del Ros che stanno continuando senza sosta nelle indagini e nel monitoraggio della zona per ricostruire i movimenti e la vita recente del boss arrestato dopo 30 anni di latitanza.

E questa volta sembra che lo stesso Messina Denaro avesse fatto realizzare una sorta di bunker all’interno di un’altra abitazione nella stessa area dove era stato trovato il primo che era stato di fatto l’alloggio del boss nell’ultimo anno. Dopo l’arresto, le prime perquisizioni non avevano portato alla scoperta di indizi particolari nell’agenda trovata nella sua casa. Ma, paradossalmente, proprio questo aveva spinto i militari dell’Arma alla ricerca di un secondo bunker rispetto all’appartamento di vicolo San Vito, a Campobello di Mazara.

In ogni caso proprio quell’agenda è finita sotto la lente di ingrandimento degli investigatori che hanno oggi come principale obiettivo quello della ricostruzione dei fiancheggiatori del boss.

Dei nomi, quindi, di coloro che hanno coperto la sua lunga latitanza e che hanno consentito allo stesso di svolgere, nell’ombra, le sue attività criminali per tutto questo tempo.