Proteste in Iran, giustiziato un ragazzo di 18 anni

Proteste in Iran, giustiziato un ragazzo di 18 anni

Il giovane è stato accusato di “Guerra e corruzione”


ROMA – Il tribunale rivoluzionario di Mazandaran ha condannato a morte il 18enne Arshia Takdestan, uno dei detenuti delle recenti proteste nella città di Nowshahr “con l’accusa di guerra e corruzione”.

Lo riporta Mizan, l’agenzia di stampa giudiziaria iraniana, ripresa da Bbc Persian. Si tratta della sentenza del tribunale primario e può essere impugnata dinanzi alla Corte Suprema.

Ansa