Rifiuti pericolosi sversati in una fabbrica dismessa, scatta il sequestro nel Napoletano

Rifiuti pericolosi sversati in una fabbrica dismessa, scatta il sequestro nel Napoletano

I militari dell’Arma hanno avviato le indagini per risalire alla loro provenienza


CASAMARCIANO – Uno sversamento illecito di sostanze inquinanti, l’ennesimo, all’interno di un’area abbandonata. È quanto rilevato al termine di un lungo lavoro volto alla tutela ambientale da parte dei carabinieri della Stazione di Tufino quest’oggi. I militari dell’Arma hanno così sequestrato un’area di circa 30 metri quadrati presente all’interno di una fabbrica dismessa di Via Olivella, a Casamarciano.

Nella stessa, infatti, erano state sversate 28 taniche di grossa dimensione all’interno delle quali dei liquidi altamente inquinanti. A seguito del provvedimento, i carabinieri hanno avviato le indagini con l’intento di accertare la provenienza dei rifiuti pericolosi.