Follia in ospedale nel napoletano: infermiere cerca di aiutarlo, paziente gli dà un pugno

Follia in ospedale nel napoletano: infermiere cerca di aiutarlo, paziente gli dà un pugno

Il personale sanitario ha refertato la vittima con una prognosi di 3 giorni di guarigione


CASTELLAMMARE DI STABIA – L’infermiere cerca di aiutarlo, il paziente gli sferra all’improvviso dei pugni fortissimi al torace. È accaduto questa mattina al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. L’aggressore era entrato nella stanza del Triage, dove si fanno le accettazioni.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo era visibilmente in stato di alterazione e non si capiva che cosa volesse. Così, un infermiere gli si è avvicinato per capire se avesse bisogno di aiuto. Per tutta risposta, l’uomo lo ha aggredito con due cazzotti al petto. L’infermiere è stato poi refertato per aggressione nello stesso Pronto Soccorso, il personale sanitario lo ha refertato con una prognosi di 3 giorni di guarigione.

L’aggressore bloccato dai vigilantes

Sul posto, sono subito intervenute le guardie giurate del drappello che si trova all’interno del Pronto Soccorso del San Leonardo. I vigilantes sono riusciti a calmare l’uomo che era in stato di agitazione, probabilmente in stato di ebbrezza. Ad aiutarli anche altri medici e infermieri e alcuni familiari di pazienti che erano lì presenti, che hanno assistito anche l’infermiere, aiutandolo.

Poi l’aggressore si è allontanato da solo. La vicenda ha suscitato la paura anche degli altri pazienti che erano in attesa e del personale medico sanitario. Non è la prima volta, purtroppo, che avvengono aggressioni nel Pronto Soccorso di Castellammare ai danni degli operatori sanitari che ogni giorno, oltre a prestare il proprio servizio con la massima dedizione, sono costretti, purtroppo, anche a fare i conti con questi episodi di violenza gratuita e ingiustificata.

FONTE: FANPAGE.IT