Giugliano, officine abusive, furto di energia elettrica e Rom carichi di rifiuti pericolosi: blitz dei Carabinieri

Giugliano, officine abusive, furto di energia elettrica e Rom carichi di rifiuti pericolosi: blitz dei Carabinieri

I Controlli continueranno anche nei prossimi giorni


GIUGLIANO – Controlli a largo raggio nella città di Giugliano in Campania eseguiti dai Carabinieri della locale compagnia.
I militari, insiemi a quelli di Castello di Cisterna e della stazione forestale di Pozzuoli, hanno ispezionato un’officina meccanica e una carrozzeria abusiva in Via Vicinale Acquafresca. Dagli accertamenti è emerso che le due attività fossero abusive. I due gestori, fratelli, sono stati denunciati per esercizio abusivo della professione, gestione di rifiuti non autorizzata, scarichi di acque reflue non autorizzate e violazioni al divieto di abbandono di rifiuti. Locali e area circostante sono stati sequestrati.

Dovrà rispondere di trasporto illegale di rifiuti una coppia di origini romene. Sotto sequestro il loro furgone e i 2 quintali di rifiuti speciali e pericolosi stoccati nel cassone. E ancora. I carabinieri della Stazione di Giugliano insieme a personale tecnico dell’Enel hanno denunciato per furto di energia elettrica 4 persone.

Da accertamenti svolti in viale Leone, sarebbero emersi allacci abusivi alla rete elettrica nazionale, senza il filtro del contatore. I loro appartamenti, in sostanza, erano alimentati da energia sottratta illecitamente e “gratuita”. Questo fino a ieri: oltre all’aspetto penale dovranno rimborsare migliaia di euro all’azienda vittima.

I Controlli continueranno anche nei prossimi giorni.