Calciomercato con fatture inesistenti: blitz della GdF nelle sedi di Salernitana, Lazio e Roma

Calciomercato con fatture inesistenti: blitz della GdF nelle sedi di Salernitana, Lazio e Roma

Le fiamme gialle hanno portato via diversi documenti da analizzare con attenzione


ROMA – Blitz della Guardia di Finanza nelle sedi di Lazio, Roma e Salernitana. Le fiamme gialle indagano per l’emissione di fatture false e inesistenti relative alla compravendita di calciatori professionisti, operazioni intercorse in particolare tra Lazio e Salernitana nelle sessioni di mercato tra il 2017 e il 2021.

Secondo quanto comunicato dalla stessa Guardia di Finanza, “si procede per i reati di cui agli artt. 8 e 2 D.Lvo 74/2000 (emissione di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti), nonché per i reati di cui agli artt. 2621 c.c. e 2622 c.c. (delitti di false comunicazioni sociali)”.

Stesso discorso per quanto accaduto nella sede della Roma dalla quale, come per Lazio e Salernitana, sono stati portati via dei documenti che verranno analizzati in questi giorni. Dopo quanto accaduto alla Juventus, dunque, un nuovo fulmine a ciel sereno sulla serie A. E la prossima estate potrebbe essere per questo davvero torrida.