Melito choc, aggredita con schiaffi e pugni perché lesbica. La testimone: “Episodio inaccettabile”

Melito choc, aggredita con schiaffi e pugni perché lesbica. La testimone: “Episodio inaccettabile”

L’episodio è accaduto fuori da un noto bar della zona


MELITO – Ennesimo episodio di discriminazione di genere nell’hinterland di Napoli. Questa volta la segnalazione arriva da una cittadina di Melito. “Sabato scorso in Via Roma, all’altezza Bar Azalea, è avvenuto un atto di violenza, sia verbale che fisica, a carico di una nostra concittadina, solo perché omosessuale”, riferisce la ragazza a Il Meridiano News.

Discriminazione di genere a Melito, la segnalazione

“Lei stessa, non farò il nome per rispetto della privacy – continua – mi ha raccontato dell’episodio, dopo essersi sentita augurare la morte e dare della ‘sporca lesbica’, oltre alla minaccia di buttarla fuori casa, tramite terze persone, il personaggio , solito frequentatore del bar, ha aggredito, alle spalle, la vittima dandole pugni in testa e schiaffi. Tutto questo è vergognoso, ci porta sempre più a capire l’inciviltà del paese in cui viviamo e che, ancora oggi, non tutti hanno la libertà ed ogni diritto a vivere serenamente, come meglio crede e nel rispetto altrui”. L’accaduto, come riferito dalla nostra testimone, è stato denunciato alle associazioni pertinenti che prenderanno provvedimenti in merito. La redazione esprime piena solidarietà alla donna vittima di discriminazione, con la speranza che in futuro episodi del genere possano diventare sempre meno frequenti.