Avellino, torna in carcere dopo il permesso premio: scoperto con hashish, cocaina e schede Sim

Avellino, torna in carcere dopo il permesso premio: scoperto con hashish, cocaina e schede Sim

La denuncia dell’Uspp: “Basta benefici a chi commette simili reati”


AVELLINO – Aveva ottenuto dei permessi premio per uscire dal carcere ma al suo ritorno è stato sorpreso con un “carico” non da poco. Addosso ad un detenuto del carcere di Avellino è stato trovato oltre un chilo di hashish, 100 grammi di cocaina e 27 cellulari. La scoperta grazie al fiuto del cane antidroga Spike del Distaccamento di Avellino della Polizia Penitenziaria.

La droga era nascosta nelle scarpe e nelle parti intime del detenuto. Dopo ulteriori controlli sono stati trovati e sequestrati 4 bilancini di precisione, 27 telefoni cellulari con caricabatterie e diverse schede Sim.

Così il presidente e il segretario regionale dell’Uspp, Giuseppe Moretti e Ciro Auricchio: “Gli stratagemmi utilizzati per introdurre droga e telefoni cellulari nelle carceri diventano sempre più sofisticati. Abbiamo spesso denunciato la necessità di fornire alla polizia penitenziaria strumenti tecnologicamente avanzati, nonché risorse umane e materiali per combattere questo fenomeno che sta diventando una vera piaga nel sistema penitenziario”. Chiesta, infine, la revoca di qualsiasi beneficio concesso ai detenuti coinvolti in questo tipo di reati.