In coma per cercare di impedire un’evasione: si prega per Carmine, agente penitenziario

In coma per cercare di impedire un’evasione: si prega per Carmine, agente penitenziario

Il 28enne è ricoverato all’ospedale San Paolo di Milano dove è avvenuto l’incidente


NAPOLI – Una caduta rovinosa ma apparentemente non grave. Almeno all’inizio. Poi le condizioni che si aggravano di minuto in minuto fino a portarlo al coma. Napoli prega per Carmine De Rosa, il 28enne agente penitenziario che, nel tentativo di impedire l’evasione di un detenuto palestinese di 32 anni dall’ospedale San Paolo di Milano, è caduto battendo violentemente la testa.

L’agente ha riportato un forte trauma cranico e lesioni alle vertebre cervicali: le sue condizioni, come detto, sono via via peggiorate ed oggi, nel nosocomio lombardo, lotta tra la vita e la morte.