Ponticelli, infermiere picchiato mentre soccorre un paziente: “Lo Stato intervenga”

Ponticelli, infermiere picchiato mentre soccorre un paziente: “Lo Stato intervenga”

Si contano circa 71 aggressioni tra Napoli 1 e Napoli 2 da inizio anno


NAPOLI – Ancora aggressioni ai danni del personale sanitario. A Ponticelli, quartiere situato nella zona orientale di Napoli, un infermiere del 118 è stato picchiato nel giorno della manifestazione anti-violenza del 28 settembre. A denunciare l’episodio è la nota associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”. Qui, a seguire, la nota:

“Infermiere KO mentre si protesta contro le aggressioni! Asl Napoli 1 : aggressione n.47 del 2023 (71 aggressioni totali tra Napoli 1 e Napoli 2 da inizio anno) Mentre è in corso la manifestazione contro le aggressioni al personale sanitario organizzata da CGIL e NTI a ponticelli un infermiere 118 viene malmenato! La postazione 118 di Ponticelli alle 10:15 viene allertata a Via Benedetto Cairoli per agitazione psicomotoria in paziente di sesso maschile. Sul posto, nonostante la presenza delle forze dell’Ordine (addirittura 4 volanti), il paziente è riuscito a sferrare un pugno all’infermiere mettendolo KO”.

L’atto di violenza è stato ripreso dal deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli, che sul suo profilo ufficiale di Facebook ha scritto:

“Una vergogna assoluta. Vogliamo che l’aggressore venga preso e punito severamente. All’infermiere aggredito va tutta la nostra solidarietà. Da anni è in corso un vero e proprio attacco al personale sanitario che qui è al limite della sopportazione. In questo continuo clima di tensioni non è possibile lavorare. Ora chiediamo provvedimenti e la repressione di queste violenze.”