Quali sono le sfide e le opportunità per le aziende che vogliono raggiungere la Generazione Z?

Quali sono le sfide e le opportunità per le aziende che vogliono raggiungere la Generazione Z?

Tra marketing e offerte di lavoro, il panorama professionale deve fare i conti con un nuovo target, moderno, dinamico e giovane. Stiamo parlando della Gen Z, che rappresenta sempre di più il fulcro e il futuro della nostra economia


Qualsiasi azienda, oggi, per avere successo deve rivolgersi soprattutto alla Generazione Z. Un pubblico nuovo, moderno, giovane, interattivo. Un pubblico che può essere visto sia come potenziale cliente e fruitore di servizi che come lavoratore, come talento da cogliere. Sono loro, infatti, il futuro della nostra economia e saperli intercettare è diventato fondamentale.

Partiamo per esempio dalla nuova ricerca di Randstand, Employer Brand Research 2022, che ha intervistato oltre 163 mila dipendenti in quasi 6 mila aziende, e poniamo la lente di ingrandimento proprio tra i giovani tra i 18 e i 24 anni. Le loro priorità nella scelta professionale fanno riferimenti innanzitutto all’atmosfera che si respira sul posto di lavoro, successivamente alla possibilità di fare carriera e infine al rispetto di ogni tipo di diversità e all’inclusione. Quello che la Gen Z cerca, insomma, è un nuovo tipo di flessibilità, culturale e organizzativa. È la generazione della riscoperta di valori come i diritti e l’uguaglianza e per questo cercano aziende e brand che siano in grado di rispecchiare la loro mentalità.

Se questo è il lato occupazionale, qualcosa sta cambiando anche dal punto di vista del marketing. Raggiungere questo nuovo tipo di pubblico assicura crescita di fatturato e una fidelizzazione duratura, tutto sta nel trovare la ricetta giusta. Uno dei modelli più interessanti è quello dei bonus senza deposito immediato alla registrazione, che consentono agli operatori di gioco online di intercettare una fetta nuova e giovane di utenti. L’idea di giocare senza registrazione o senza un iniziale esborso economico è infatti apprezzata sempre di più dagli appassionati ed è riuscita ad assicurare al gioco pubblico numeri importanti anche durante la pandemia.

Sempre restando in un’ottica di tipo marketing, la strategia più efficace per raggiungere i post Millennials è quella di essere empatici e sinceri, due valori fondamentali per i giovani di oggi. Come si legge in questo articolo, i nativi digitali si sono infatti dovuti affermare in un panorama dinamico e in costante mutamento come quello del web e si sono dovuto orientare tra fake news e infodemia. Per questo la loro coscienza critica è sviluppata in maniera molto forte. Così raccontare un brand in maniera chiara e vera è fondamentale. Per fare breccia nel cuore di una generazione che guiderà il futuro della nostra economia.