Tensione a Caivano, rinforzata la scorta a don Maurizio Patriciello: “Non ho avuto ulteriori minacce”

Tensione a Caivano, rinforzata la scorta a don Maurizio Patriciello: “Non ho avuto ulteriori minacce”

La decisione dopo le stese verificatesi nei giorni scorsi nel quartiere


CAIVANO – Rinforzata la scorta a don Maurizio Patriciello. La decisione è arrivata a seguito degli ultimi episodi accaduti al Parco Verde di Caivano. Stese e controffensive dello Stato, con due diversi blitz interforze in poche ore. La tensione è palpabile. La recente visita della premier Meloni è stata seguita, come detto, da azioni interforze che hanno prodotto come risultato sequestri di droga, armi e munizioni. E, secondo quanto fatto sapere dal governo centrale, lo Stato farà sentire con decisione la propria presenza anche nelle prossime ore.

Intanto don Maurizio Patriciello, dopo la notizia di un’ulteriore protezione nei suoi confronti, ha risposto di non avere avuto altre minacce.

“Sarei un buffone – sottolinea – se dicessi di non avere paura, penso che la paura sia una buona compagna di viaggio, mi dà la grazia di essere più prudente, poi sarà quello che Dio vorrà, ma dobbiamo essere prudenti. Spero che il Parco Verde possa tornare alla normalità: siamo cittadini italiani, europei e lo sono i nostri ragazzi. Dobbiamo essere uniti. Zone franche non devono essercene più né a Caivano né altrove. Noi ci crediamo fermamente”. Queste le parole del parroco di Caivano alla Rai.