Vefa Klodiana uccisa in strada a colpi d’arma da fuoco: si cerca il marito

Vefa Klodiana uccisa in strada a colpi d’arma da fuoco: si cerca il marito

Le ricerche del marito della donna si estendono in tutta la Val d’Elsa, tra Poggibonsi, in provincia di Siena, ed Empoli, provincia di Firenze


Dramma a Castelfiorentino, in provincia di Firenze, dove una donna di 35 anni, Vefa Klodiana, è stata uccisa ieri (giovedì 28 settembre) intorno alle 20:00, in via Galvani, colpita da un’arma da fuoco alla testa. A dare l’allarme sono stati i passanti e i residenti che hanno visto la donna sull’asfalto priva di vita, sentendo anche gli spari dell’arma. Sul posto sono giunti i soccorritori con un’automedica e un’ambulanza della Croce Rossa di Certaldo. Il personale sanitario ha tentato la rianimazione, ma la donna è morta sul colpo.

Dramma a Castelfiorentino, i dettagli dell’omicidio

Stando agli aggiornamenti delle ultime ore, tra le prime ipotesi al vaglio c’è quella di un caso di femminicidio. Le forze dell’ordine lavorano senza sosta per la ricerca del marito di Vefa Klodiana, che non risulta più convivente con la vittima. Sembra, infatti, che i due stessero prendendo la strada della separazione.

Secondo ricostruzioni in accertamento dai Carabinieri, ci sarebbero stati continui litigi a causa della forte gelosia dell’uomo. Klodiana Vefa – di origine albanese e madre di due figli – lavorava come cameriera in una pizzeria della zona e si era inserita nella comunità di Castelfiorentino. I militari dell’Arma hanno trovato sul posto due bossoli esplosi da una pistola, mentre l’arma non è stata trovata. Si ipotizza, duqnue, che sarebbe stata portata via dall’assassino, fuggito subito dopo a bordo di un’auto.

Il sindaco di Castelfiorentino, Alessio Falorni, ha scritto via social: “Purtroppo è accaduta da poco una sciagura in Castelfiorentino, zona Puppino. Una ragazza è stata uccisa, pare in seguito a una lite. Sono sul posto assieme alle Forze dell’Ordine. È davvero presto per divulgare informazioni sull’accaduto e discutere le ipotesi che sono tuttora al vaglio delle FdO. È il momento del silenzio, e di stringersi attorno a una famiglia toccata da un avvenimento terribile.”

Intanto continuano le indagini da parte delle forze dell’ordine, potrebbero seguire ulteriori aggiornamenti.