Napoli, spacciava mentre era in servizio: arrestato operatore ecologico dell’Asia

Napoli, spacciava mentre era in servizio: arrestato operatore ecologico dell’Asia

L’indagine dei carabinieri ha consentito di accertare un’attività ben radicata nel centro storico cittadino


NAPOLI – Un operatore ecologico dell’Asia è stato scoperto a spacciare in servizio ed è finito in manette. Il provvedimento è delle prime ore di questa mattina quando cioè i Carabinieri della Compagnia Napoli Centro hanno eseguito una misura cautelare personale emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli – VII sezione indagini, competente in materia di “Sicurezza urbana”. L’uomo è gravemente indiziato del reato di detenzione illecita al fine di cessione a terzi di sostanza stupefacente del tipo hashish.

L’attività d’indagine, svolta dal Nucleo Operativo della Compagnia sotto il coordinamento dalla Procura partenopea, ha consentito di accertare 223 episodi di “spaccio” nella zona del centro di Napoli, molti dei quali effettuati dall’indagato durante l’attività lavorativa come operatore ecologico dipendente dell’ASIA S.p.A., vale a dire la società incaricata della gestione dei rifiuti e dell’espletamento dei servizi di nettezza urbana nel Comune di Napoli.

L’uomo è stato tratto in arresto in flagranza di reato: sono stati sequestrati 50 gr. di marijuana e segnalati al competente Ufficio Territoriale del Governo 5 assuntori di stupefacente.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare coercitiva, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.