Poggiomarino: tenta di violentarla, ma un militare libero dal servizio la salva

Poggiomarino: tenta di violentarla, ma un militare libero dal servizio la salva

L’uomo marocchino è arrestato per violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale


È quasi l’una di notte a Poggiomarino quando i Carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Torre Annunziata intervengono a piazza De Marinis. C’è una persona fermata e a chiamare il 112 è un carabiniere libero dal servizio effettivo alla stazione di Roma Tor Bella Monaca. Il militare è intervenuto per difendere una donna appena aggredita.

La vittima, 55 anni, è seduta su una panchina in attesa dell’autobus quando si avvicina un uomo. Lui è un 33enne originario del Marocco ma residente a Poggiomarino e già noto alle forze dell’ordine. Il 33enne afferra la donna e tenta di baciarla, lei si oppone. Lui non si arrende e le morde le labbra con forza e violenza.
La donna urla e le sue grida sono così forti che il carabiniere, lì di passaggio, corre per vedere cosa stesse accadendo. Il militare vede la scena e si qualifica, il 33enne tenta di fuggire.

L’inseguimento a piedi dura poco, ma non è semplice per il militare dell’Arma bloccare l’aggressore. Minuti concitati e una colluttazione che termina con l’arresto e l’arrivo della gazzella di Torre Annunziata. Per il Carabiniere una diagnosi di 5 giorni così come per la vittima. L’arrestato – visitato anche lui dal personale sanitario e dimesso con 7 giorni – deve rispondere di violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale. E’ ora in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria.