Delusione al De Cristofaro: Giugliano – Catania 0 a 1, decisivo Di Carmine al 34esimo della ripresa

Delusione al De Cristofaro: Giugliano – Catania 0 a 1, decisivo Di Carmine al 34esimo della ripresa

Bertotto: “Abbiamo giocato a calcio, ci siamo espressi con qualità. Abbiamo perso soltanto per un episodio”. Lucarelli: “Partita difficile, ci hanno pressati da subito”


GIUGLIANO IN CAMPANIA – Delusione per il Giugliano davanti ad un De Cristofaro quasi completamente pieno. I tigrotti di mister Valerio Bertotto escono sconfitti dal match contro il Catania di un’altra vecchia conoscenza del calcio italiano, Cristiano Lucarelli. La partita è combattuta ed equilibrata e giocata su buoni ritmi.

Il Giugliano, ancora con la maglia color arancione di Halloween già sfoggiata nella vittoriosa trasferta di Avellino, si rende pericoloso con un gran destro di  Oviszach. Il pallone, deviato da un difensore, termina alto di poco. Il Catania risponde, intorno al 30esimo, con una netta occasione da rete: cross dalla destra e colpo di testa imperioso di Samuel Di Carmine. Bravissimo il portiere del Giugliano, Russo, a deviare con un gran colpo di testa alla sua destra.

Il secondo tempo prosegue sulla falsariga del primo. Buon ritmo ma occasioni, da entrambe le parti, davvero poche. La rete decisiva al 34esimo della ripresa. Angolo dalla sinistra di Cirichò, mischia in area e Di Carmine, all’attivo anche presenze e reti in massima serie, segna sotto misura la rete che porta in vantaggio gli etnei. La reazione del Giugliano è sterile ed, anzi, sono i rossoblu a sfiorare il raddoppio prima con De Luca, tiro da fuori con Russo fuori dai pali, e pi con Mazzella, di testa. Entrambe le conclusioni sono finite fuori di poco.

Con questa vittoria, i siciliani superano in classifica proprio il Giugliano, oltre al Foggia, e, almeno momentaneamente, l’Audace Cerignola. Quest’ultima squadra, però, ha una partita in meno.

Le interviste del dopo partita

Il primo a parlare in sala stampa, al termine del match, è il tecnico del Catania, Cristiano Lucarelli. “Dobbiamo cercare di fare più punti possibili. Oggi non è stata una partita semplice. Loro ci hanno pressati alto, cercando di segnare subito pensando che saremmo calati. Ho inserito una punta nel momento in cui sono calati. Era anche difficile fare cambi, oggi, perchè nessuno avrebbe meritato di uscire. Dopo il vantaggio ci siamo difesi con ordine. Siamo una squadra che non molla mai. Eravamo disposti a tutto pur di portare il risultato a compimento a nostro favore. Era fondamentale essere brutti, sporchi e cattivi, pur di vincere”.

E’ poi la volta del tecnico del Giugliano, Valerio Bertotto. “Abbiamo giocato a calcio, ci siamo espressi con qualità. Abbiamo perso soltanto per un episodio. Questa sconfitta non inficia il nostro percorso. Sono fiero dei ragazzi, che stanno esprimendo il loro meglio. Il percorso che stiamo facendo è sintomatico di una grande crescita. Pensiamo già alla prossima partita. Ho una disponibilità totale da parte di tutti e ne sono contento”.

E’ poi intervenuto Filippo Lorenzini, difensore del Catania. “Sapevamo – ha detto – che sarebbe stata una partita difficile. Nel primo tempo abbiamo sofferto ma siamo poi riusciti a portare a casa una preziosa vittoria, che ci può dare una grande mano per il prosieguo. Rigore negato al Catania? Mi sono sentito trattenuto in area, però non saprei quanto fosse stato falloso l’intervento”.

E’ stata, infine, la volta del match winner, il numero 10 del Catania, Samuel Di Carmine: “Partita difficilissima, il Giugliano è stata squadra rognosa e ben messa in campo. Il gol? Frutto di un contrasto, sono scivolato ed è andata bene. Cercheremo di raggiungere il miglior piazzamento possibile per i play off”.

La Photogallery del match e della conferenza stampa dei protagonisti: