Acerra, bracconiere denunciato: aveva 8 cardellini di cui 3 accecati “per farli cantare meglio”

Acerra, bracconiere denunciato: aveva 8 cardellini di cui 3 accecati “per farli cantare meglio”

I volatili, destinati al mercato nero, sono stati liberati in una località del napoletano


ACERRA – I militari del Nucleo Carabinieri forestali di Roccarainola e Marigliano, insieme alle guardie venatorie della LIPU di Napoli, hanno condotto un’operazione mirata alla tutela della fauna selvatica ad Acerra. Durante il servizio, è stato scoperto che un uomo di 59 anni aveva in casa 8 cardellini, di cui tre esemplari erano stati accecati,  “per farli cantare meglio”.

Erano destinati a essere usati come richiami vivi per catturare altri esemplari, ed erano tenuti in condizioni precarie, in gabbie inadeguate che causavano gravi sofferenze agli animali che sarebbero stati successivamente venduti al mercato nero.

I cardellini, ritenuti in buone condizioni, sono stati liberati in una località del napoletano, mentre quelli accecati sono stati affidati a personale specializzato.