“Alto impatto” nel napoletano, operazione interforze a Ponticelli: perquisizioni da parte di 200 operatori delle forze dell’ordine

“Alto impatto” nel napoletano, operazione interforze a Ponticelli: perquisizioni da parte di 200 operatori delle forze dell’ordine

L’attività ha consentito di identificare numerose persone, alcune delle quali denunciate


Proseguono i servizi ad “alto impatto” della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, l’area interessata oggi è quella del quartiere “Ponticelli” dove, dalle prime ore del mattino, circa 200 operatori delle diverse forze dell’ordine hanno effettuato decine di perquisizioni. L’attività ha consentito di identificare numerose persone, alcune delle quali denunciate.

Nel corso del servizio sono state sequestrate sei pistole, di cui una Mauser cal.7,65, una con matricola abrasa e cartuccia camerata, una a tamburo e tre pistole semiautomatiche, numerose munizioni di vario calibro, diverse quantità di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, marijuana, hashish, diversi quantitativi di TLE e di farmaci risultati provento di furto ed altresì di sanzionare due persone per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale e per ricettazione, altre invece rispetto a norme del Codice della Strada; ancora, è stato controllato un esercizio della zona a cui sono state elevate sanzioni amministrative per occupazione suolo pubblico e per mancanza della SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) per la somministrazione di alimenti e bevande.

L’attività congiunta ha visto la partecipazione del personale della Squadra Mobile di Napoli, dei Commissatiati Ponticelli, San Giovanni- Barra e Poggioreale, della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale, della Polizia Scientifica, del Reparto Mobile, delle UOPI, delle Unità Cinofile, del Reparto Prevenzione Crimine Campania della Polizia di Stato, della Polizia Stradale, carabinieri della Compagnia Napoli Poggioreale, carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, Nucleo Radiomobile e motociclisti di Napoli, militari del reggimento Campania e le Aliquote di Primo Intervento del Comando Gruppo Carabinieri di Napoli; e inoltre, la Guardia di Finanza con la componente ATPI del Gruppo Pronto Impiego Napoli e le unità cinofile, il Gruppo di Torre Annunziata, il Gruppo di Giugliano in Campania nonché il 1° e 2° Nucleo Operativo Metropolitano di Napoli.

L’attività in questione ha visto la partecipazione di personale dei Vigili del Fuoco. Le operazioni sono state controllate dall’alto dagli elicotteri del Reparto Volo della Polizia di Stato e della Sezione Aerea della Guardia di Finanza.