Campi Flegrei, bradisismo rallentato: “Nessuno stato di allerta arancione”

Campi Flegrei, bradisismo rallentato: “Nessuno stato di allerta arancione”

Il sindaco ha informato che il numero dei terremoti è fortemente calato, ma bisogna mantenere uno stato di attenzione


Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, nella sede della Municipalità di Bagnoli-Fuorigrotta, ha parlato della crisi bradisismica ai Campi Flegrei. Il sindaco ha informato che il numero dei terremoti è calato e di conseguenza è rallentata la velocità di sollevamento del terreno. L’attuale situazione, però, non esclude uno stato di attenzione. 

Le sue dichiarazioni: “La situazione sia del sollevamento del suolo che delle scosse è fortemente rallentata. È una situazione in continua evoluzione, quindi è opportuno seguirla con attenzione. Non ci sono proprio le condizioni per un passaggio a un livello di allerta di tipo arancione“. Nei prossimi giorni la Protezione civile nazionale presenterà una proposta per un piano di evacuazione per un’eventuale “super-crisi” bradisismica.Quello per l’eruzione già esiste ed è stato realizzato alcuni anni fa”, ha poi sottolineato il primo cittadino.

Manfredi parteciperà a un secondo incontro con la comunità di Bagnoli il 22 gennaio 2024. In quell’occasione, l’argomento sarà la bonifica dell’ex area Italsider.