Champions League, il Napoli non sbaglia: 2 a 0 al Braga e qualificazione agli ottavi

Champions League, il Napoli non sbaglia: 2 a 0 al Braga e qualificazione agli ottavi

Gli azzurri sbloccano la partita al 9′ con un autogol di Serdar e raddoppiano poi con Victor Osimhen, al 33′, fresco vincitore del pallone d’oro africano. Secondo posto nel girone dietro al Real Madrid


NAPOLI – Ultima giornata del gruppo C di Champions League, quello che ha visto protagonista il Napoli del Walter Mazzarri bis. Agli azzurri bastava un pareggio o una sconfitta di misura per ottenere il pass per gli ottavi di finale della competizione, da secondi classificati, dietro il Real Madrid. Mazzarri propone ancora Natan come terzino sinistro, scelta che si rivelerà vincente. Braga volitivo in fase offensiva ma nel complesso nettamente inferiore agli azzurri.

Queste le formazioni iniziali schierate dai due tecnici:

NAPOLI (4-3-3) – Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Natan; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia.
Allenatore: Mazzarri.
BRAGA (4-3-3) – Matheus; Gomez, Serdar, Fonte, Borja; Moutinho, R.Horta, Zalazar; Pizzi, Bruma, Banza
Allenatore: Arthur Jorge.

Primo tempo: il Napoli colpisce due volte

Braga pericoloso al 5′ del primo tempo con Banza che di sinistro tira fuori di poco davanti a Meret. I portoghesi partono meglio nella gestione della palla. Napoli in vantaggio al nono minuto con un po’ di fortuna nella prima vera uscita palla al piede. Cross di Di Lorenzo dalla destra e Serdar devia fortunosamente nella propria porta. Al venticinquesimo reagisce il Braga con una sventola del numero 21 Ricardo Horta che Meret devia in angolo alla sua destra. Al 31esimo Zielinksi, servito da Kvaratskhelia, spara di sinistro sul portiere avversario all’altezza dell’area piccola.

Il raddoppio del Napoli al 33esimo. Grande discesa dalla sinistra di Natan, che supera un avversario, e serve al centro dell’area Victor Osimhen che, solissimo, batte il portiere avversario. Tentativo ancora di Bruma nel primo tempo, Meret blocca facilmente.

Secondo tempo: pura accademia per il Napoli 

Il Napoli apre le ostilità al secondo minuto della ripresa con un gran sinistro di Politano respinto in angolo da Matheus con uno spettacolare volo. Lo stesso numero 21 azzurro ci riprova al 53′ con un altro sinistro, ma stavolta la parata dell’estremo difensore, che blocca a terra, è più agevole. Nel complesso, comunque, la seconda frazione è di pura accademia, con la squadra di Mazzarri che gestisce senza affanni eccessivi i due gol di vantaggio. Al 60esimo doppio cambio nel Napoli: fuori Politano e Zielinski, dentro Elmas e Cajuste. Al 65′ Anguissa ed Osimhen falliscono clamorosamente il tris. Il primo, in posizione centrale, si fa respingere il tiro dal portiere avversario in uscita bassa, il centravanti svirgola sulla ribattuta. Altro doppio cambio azzurro al ’69: entrano Gaetano e Raspadori, escono Lobotka ed il neo pallone d’oro africano Victor Osimhen. Al 72′ il quinto ed ultimo cambio per il Napoli: esce Juan Jesus ed entra Leo Ostigard. Un minuto dopo è ancora bravo Matheus a respingere un sinistro di Kvaratskhelia, lanciato in campo aperto. Al 79esimo si vede anche il Braga: gran girata in area di destro, di prima intenzione, da parte Ricardo Horta che coglie il palo alla sinistra di Meret, che si era comunque proteso in tuffo.

Il Napoli si qualifica dunque agli ottavi di finale come secondo classificato, il Braga proseguirà l’avventura continentale in Europa League. Nell’altra partita del girone, il Real Madrid vince 3 a 2 in casa dell’Union Berlino.

Questa la classifica finale del gruppo C di Champions League:

Real Madrid punti  18 (qualificata agli ottavi come prima)

Napoli punti 10 (qualificata agli ottavi come seconda)

Sporting Braga punti 4 (qualificata in Europa League)

Union Berlino punti 2 (ultima e fuori dai giochi)

GUARDA LA PHOTOGALLERY: