Cittadinanza Spalletti: “È tutto merito vostro. Ora sono official scugnizzo”

Cittadinanza Spalletti: “È tutto merito vostro. Ora sono official scugnizzo”

Cittadinanza onoraria di Napoli a Luciano Spalletti. Ecco le sue dichiarazioni durante la premiazione.


La giunta comunale di Napoli, su proposta del sindaco Gaetano Manfredi, ha approvato la delibera con la quale conferisce la cittadinanza onoraria di Napoli a Luciano Spalletti. Ecco le parole del tecnico durante la premiazione:

Da questo momento sono un official scugnizzo. Non ho ancora preso casa a Napoli per il momento, però è una cosa che può succedere. La cittadinanza ha un significato enorme che veramente mi riempie di soddisfazione, di gioia, di felicità. Perché poi oltre quello che sono i risultati viene determinato quello che è il legame tra me e i napoletani, che è una cosa magnifica”.

 

Che responsabilità che mi date. Ringrazio il sindaco e i consiglieri, Giuntoli, De Laurentiis, anche per essere qui oggi, ringrazio la società e i giocatori, artefici della bellezza in giro per il mondo. Sono emozionatissimo, avevo una squadra fortissima, è stato detto che tutti potevano vincere. Questa onorificenza dimostra il legame umano con la gente di Napoli. Quando sono diventato allenatore del Napoli ho chiesto uno stadio che ci sostenesse sempre, dopo una media di 20-25 mila spettatori la media è cresciuta, lo stadio è sempre stato pieno. Napoli è casa mia. Io non merito tutto questo, nessun comune mortale può meritarlo, quindi grazie. Voglio mostrare il video fatto ai calciatori che ho mostrato a loro prima dell’ultima partita, non c’era bisogno di discorsi. Avevo detto che l’avrei tenuto per me, ma questa è l’occasione per mostrarlo a tutti”.