Continue rapine su tangenziale e asse mediano: “Mi hanno sfondato il vetro con la pistola e messo le mani al collo”

Continue rapine su tangenziale e asse mediano: “Mi hanno sfondato il vetro con la pistola e messo le mani al collo”

L’ultima vittima racconta i momenti di terrore vissuti assieme alla moglie in auto


Stanno aumentando vertiginosamente le denunce di segnalazioni di rapine, o tentate rapine, che avvengono lungo la Tangenziale di Napoli e l’Asse Mediano. Due malviventi, a bordo di uno scooter e pistola in pugno, approfittando del traffico, si affiancano alle auto incolonnate nel traffico e dopo aver spaccato i finestrini pretendono soldi e oggetti preziosi sotto la minaccia delle armi, così come racconta una vittima che si è rivolta al deputato Borrelli dopo l’ultimo episodio di venerdì sera

Il racconto della vittima

“Mi hanno spaccato il finestrino dell’auto e mi hanno puntato la pistola contro. Ero in auto con mia moglie, ci stavamo immettendo in Tangenziale dal raccordo di Fuorigrotta. Mentre eravamo incolonnati nel traffico questi due delinquenti, a bordo di uno scooter, si sono affiancati a noi e hanno iniziato a minacciarci. Dopo aver rotto il finestrino con il calcio della pistola ci hanno chiesto soldi, io non gli ho dato nulla e a quel punto e mi hanno messo le mani al collo. Pensavano indossassi una collana che però non avevo. A quel punto hanno preso a calci la portiera e sono andati via. Ho chiamato la polizia che mi ha incontrato nell’area di servizio di Capodichino per denunciare quanto accaduto. In quel momento si sono fermate altre due auto, il racconto era praticamente identico. Due persone a bordo di uno scooter, volto travisato, pistola alla mano che vogliono rapinarti. Anche loro hanno subito danni alle vetture ma sono riusciti a resistere alla richiesta di soldi e oggetti preziosi” Ha concluso il testimone che ha sporto regolare denuncia.

“Le strade del napoletano si stanno trasformando in una giungla senza regole. Stiamo assistendo a una vera e propria impennata di rapine sulla Tangenziale e sull’Asse Mediano con segnalazioni quasi quotidiane. Questi farabutti sono pericolosi, girano armati e qualche innocente potrebbe anche rimetterci la vita. Vanno fermati con ogni mezzo, prima che accada l’irreparabile, non possiamo consentire nelle nostre strade scene da Far West. Chiedo che si intensifichino i controlli da parte delle forze dell’ordine e si moltiplichino le telecamere di sicurezza da installare nelle zone incriminate, così da dare risposta alla richiesta di sicurezza che arriva dai cittadini”. Questo quanto dichiarato da Francesco Emilio Borrelli, deputato di alleanza Verdi-Sinistra.