Denunciò il marito per averla sfigurata, ma era stata lei ad aggredirlo con l’acido: arrestata

Denunciò il marito per averla sfigurata, ma era stata lei ad aggredirlo con l’acido: arrestata

A finire in manette era stato inizialmente l’uomo, ma le indagini hanno ribaltato la prima decisione


ITALIA – Svolta nelle indagini sul caso di una donna che aveva denunciato di essere stata sfigurata con l’acido dal marito.

Le indagini, dopo una prima condanna del merito, hanno ribaltato tutto: la 50enne, infatti, potrebbe aver simulato un’aggressione quando sarebbe stata lei a minacciare l’uomo con l’acido stesso. Ecco perché oggi è stata arrestata.

I fatti sono accaduti in Sicilia. L’uomo, 48 anni, ricoverato al centro grandi ustioni dell’ospedale Cannizzaro di Catania con gravi ferite alle mani e al collo, era stato arrestato il 5 dicembre scorso con l’accusa di lesioni personali gravissime. La sua versione dei fatti era totalmente opposta rispetto a quella della moglie: “Mi ha aggredito lei – aveva sostenuto davanti al gip – quella bottiglietta con l’acido non l’ho neppure toccata”.

La moglie, 55 anni, aveva invece sostenuto di essersi allontanata dalla struttura protetta nella quale si trovava e di averlo contattato per prendere dei vestiti: in casa avrebbe trovato il marito con una bottiglietta in mano contenente dell’acido che l’uomo le avrebbe gettato sul viso riuscendo.

Gran parte dell’acido sarebbe finito anche sul volto e sul collo del 48enne provocandogli ustioni del terzo grado.

La donna, che ha la parte destra del volto sfigurata, era stata poi portata in ospedale. Per lei venti giorni di prognosi. Ieri, 28 dicembre, la svolta sorprendente: gli agenti del commissariato di Palma l’hanno arrestata con l’accusa di sfregio permanente e calunnia.