Detenuto incendia la cella, la denuncia: “Questi soggetti vanno affidati alla sanità”

Detenuto incendia la cella, la denuncia: “Questi soggetti vanno affidati alla sanità”

L’incendio è avvenuto nella casa circondariale di Fuorni


detenuto

SALERNO – Attimi di panico, ieri sera, nel carcere di Salerno, dove un detenuto con problemi psichiatrici ha incendiato la cella. Gli agenti della sorveglianza speciale sono intervenuti tempestivamente, evitando la peggio. A rendere noto l’accaduto è il segretario nazionale dell’Uspp, Giuseppe De Sorbo. Qui, a seguire, la sua nota:

Da tempo denunciamo che questi soggetti vanno presi in carico dalla sanità regionale. Le Rems sono poche in Campania, con pochi posti letto e con lunghe liste di attesa, e questo aggrava il lavoro dei poliziotti nelle carceri”.

Il segretario dell’Uspp – Unione Sindacati Polizia Penitenziaria – ha dichiarato che nel carcere salernitano c’è bisogno di un sfollamento perché la struttura è troppo sovraffollata e, di conseguenza, si creano episodi difficili da gestire.