Gatti fatti sbranare da un cane al guinzaglio: la denuncia

Gatti fatti sbranare da un cane al guinzaglio: la denuncia

L’episodio è stato denunciato ai carabinieri da una testimone, spiegando che la persona, che non è in grado di identificare, è fuggita appena sentito le sue urla


Un individuo incappucciato ha fatto sbranare dal suo cane di grossa taglia, che teneva al guinzaglio, e quindi di proposito, un piccolo gattino randagio indifeso. L’episodio, avvenuto il 15 dicembre scorso a Vittoria, nel Ragusano, è stato denunciato ai carabinieri da una testimone, l’avvocato Vincenza Forte, spiegando che la persona, che non è in grado di identificare, è fuggita appena sentito le sue urla. Un analogo episodio, si legge ancora nella querela, si è ripetuto il 24 dicembre scorso, la vittima questa volta è stato ‘Nino’ un gatto di 4 anni e sterilizzato della denunciante, trovato morto a pochi metri dalla sua abitazione.

In entrambi i due episodi sono intervenuti i vigili urbani di Vittoria che hanno attivato le procedure per il ritiro delle carcasse dei due animali uccisi. La legale ha fotografato i due gatti morti e allegato le immagini alla querela. Secondo l’avvocato Vincenza Forte “è evidente che c’è qualcuno che si diverte crudelmente a fare sbranare esseri innocenti dal proprio cane”. Nella querela per maltrattamenti di animali presentata ai carabinieri la denunciante chiede “la punizione del colpevole”, di riservarsi la costituzione di parte civile in un eventuale procedimento penale e nomina suo legale l’avvocato Giuseppe Lipera del foro di Catania.