Napoli, baby-gang tenta due volte di rubare l’albero di Natale all’Augusteo ma viene messa in fuga

Napoli, baby-gang tenta due volte di rubare l’albero di Natale all’Augusteo ma viene messa in fuga

Tempestivi gli interventi dei vigili e del personale dei bar. Minacce anche alla cassiera del botteghino: “ti sparo in faccia”


NAPOLI – Una baby-gang ha provato a rubare l’albero di Natale all’Augusteo, ma ha fallito entrambe le volte. Tempestivi gli interventi dei vigili e del personale dei bar.

I giovani, in un gruppo composto da 5 o 6 individui non identificati, hanno tentato il colpo ben due volte. La prima attorno alle 20, durante lo svolgimento de “Eduardo Mio” di Lina Sastri, fallito sia perché l’abete era rimasto incastrato, sia per la presenza di vigili urbani nelle vicinanze, che hanno fatto desistere i teppisti.

Poi, di nuovo alle 13:30, ma questa volta con fare più minaccioso, i soliti hanno minacciato la cassiera del botteghino dicendole “Ti sparo in faccia”. Questa accusando un malore per lo spavento, è stata riaccompagnata a casa. Questa volta, il tentativo di furto è stato sviato dalle persone dei bar vicini, che hanno messo in fuga i giovani all’altezza dei gradini che conducono ai Quartieri Spagnoli.

Non è nuovo l’usanza del furto dell’albero di Natale . In passato, l’abete, solitamente posizionato nella vicina Galleria Umberto, è stato più volte sottratto e ritrovato successivamente nei Quartieri Spagnoli circostanti. Qui, veniva fatto a pezzi per celebrare la festa di Sant’Antonio Abate. Quest’anno, l’attività commerciale responsabile dell’allestimento in Galleria Umberto ha deciso di rinunciare alla tradizionale decorazione, probabilmente a causa dei furti ripetuti del fusto negli anni precedenti.