Napoli, “no ai botti di Capodanno”: il messaggio dei Madonnari a difesa degli animali

Napoli, “no ai botti di Capodanno”: il messaggio dei Madonnari a difesa degli animali

Sul marciapiede di via Toledo è stata realizzata una straordinaria opera raffigurante un cane e un gatto accucciati insieme per proteggersi contro le esplosioni. Molti animali perdono la vita ogni anno a causa dello spavento


NAPOLI – La Scuola napoletana dei Madonnari è scesa in campo con Gennaro Troia dando vita a una iniziativa di sensibilizzazione contro i botti illegali a difesa degli animali che subiscono danni seri a causa delle esplosioni di petardi e bombe carta. Sul marciapiede della centralissima via Toledo è stata realizzata una straordinaria opera raffigurante un cane e un gatto accucciati insieme per proteggersi contro le esplosioni. Allo stesso tempo sta diventando virale sui social il video postato da un rivenditore di fuochi pirotecnici di Pomigliano d’Arco che immortala file interminabili di clienti con tanto di offerte pubblicitarie per chi acquista batterie di fuochi da 100 colpi.

“Una bellissima iniziativa quella dei Madonnari – ha commentato Francesco Emilio Borrelli deputato di Alleanza Verdi Sinistra – che ci ricorda ancora una volta la sofferenza immane cui sono costretti gli animali domestici a causa delle esplosioni dei botti di Capodanno. Occorre la massima allerta da parte delle forze dell’ordine per limitare il numero delle vittime dei fuochi illegali e dell’uso di armi durante i festeggiamenti di fine anno. Purtroppo già fioccano diverse segnalazioni sulle pessime intenzioni manifestate sui social dai cialtroni del Capodanno che si stanno approvvigionando con botti di ogni tipo anche illegali e pericolosi e con armi da fuoco vere o caricate a salve. Il video postato dal rivenditore di Pomigliano d’Arco ne è un esempio. Un’usanza superata e pericolosa che negli scorsi anni ha causato anche diverse tragedie a Napoli e provincia. A questo proposito è sempre bene ricordare che anche se le armi sono caricate a salve, esplodere colpi è illegale. Il mio appello a tutti è quello di festeggiare in modo responsabile la notte del 31 dicembre salvaguardando l’incolumità dei nostri cari, degli altri cittadini e dei nostri amici a quattro zampe”.