Napoli, sfondano la porta di casa dei vicini e rapinano una donna e il figlio: presi 2 fratelli

Napoli, sfondano la porta di casa dei vicini e rapinano una donna e il figlio: presi 2 fratelli

Uno dei due fu gambizzato il giorno dopo la rapina: indagini in corso


NAPOLI – Si erano presentati a casa dei vicini sfondando la porta e, una volta dentro, li avevano rapinati. Dopo 11 mesi sono finiti in manette.

I fatti a Napoli lo scorso 24 gennaio, protagonisti due fratelli che, Incuranti del fatto che abitassero nello stesso stabile, avevano messo a segno il colpo. In carcere sono finiti Carlo e Michele Caccavale, rispettivamente 53 e 43 anni.

Le vittime, madre e figlio, erano stati aggrediti e costretti a consegnare del denaro, quantificato poi in 800 euro.

Il giorno dopo la rapina, uno dei due fratelli, Carlo, fu ferito con due colpi di pistola alla gamba destra.

Le indagini, scaturite dopo il ferimento del 53enne, hanno consentito agli inquirenti di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei due fratelli in merito alla rapina commessa ai danni dei vicini di casa. Avanti, invece, le indagini per fare luce sull’agguato di cui fu vittima Caccavale.