Natale di terrore ad Ercolano: in 20 danno vita ad una rissa e circondano l’auto dei Carabinieri

Natale di terrore ad Ercolano: in 20 danno vita ad una rissa e circondano l’auto dei Carabinieri

Borrelli: ”Si è tollerato troppo ed ora addirittura aggrediscono le forze dell’ordine. E’ tempo di invertire la rotta”


Quest’ultimo Natale è stato contrassegnato dalla violenza. Diversi sono infatti gli episodi finiti nel sangue nel napoletano.
Ad Ercolano, in via IV Novembre, la notte della Vigilia è avvenuta una violenta rissa in strada.
Una pattuglia dei carabinieri è intervenuta ma oltre 20 persone hanno circondato la loro auto secondo diverse testimonianza di persone che solo adesso hanno avuto il coraggio di parlare. Un uomo ha raccontato di un folto gruppo di ragazzi coinvolti in una violenta colluttazione. Due giovani erano appena fuggiti a bordo di una Fiat Panda nera. I militari hanno individuato l’auto in pochi minuti: alla guida c’erano un 22enne, nella vettura anche un 25enne e due giovani ragazze. Durante il controllo in strada, circa 25 persone hanno circondato la pattuglia e l’auto dei giovani, probabilmente vero obiettivo del gruppo. I due carabinieri, divisi dall’urgenza di evitare il linciaggio agli occupanti della Panda e di essere a loro volta colpiti, hanno mantenuto la calma e arginato la folla. I rinforzi sono arrivati poco dopo e i due giovani sono stati portati in caserma. Le persone che avevano accerchiato i carabinieri sono scappate ma i militari sono al lavoro per la loro identificazione.
Alcuni residenti hanno ripreso la scena ed hanno inviato il video al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli che commenta così l’accaduto: “Addirittura hanno aggredito le forze dell’ordine. Ci auguriamo che tutti i protagonisti di questa squallida vicenda vengano identificati, denunciati e condannati. Il problema, però, non è solo, ovviamente, il singolo episodio ma la piega che sta prendendo la nostra società. La violenza è all’ordine del giorno e questo perché fino ad oggi si è tollerato troppo. È tempo di invertire la rotta.”