Pugile 18enne ammazzato a Caserta: sconto di pena per il ragazzo che lo accoltellò

Pugile 18enne ammazzato a Caserta: sconto di pena per il ragazzo che lo accoltellò

La condanna è di 17 anni e 7 mesi: la Procura aveva chiesto in primo grado 23 anni e in secondo 19


CASERTA – Sconto di pena per Gabriel Ippolito, ragazzo originario di Caivano che, il 29 agosto 2021, ammazzò accoltellandolo il 18enne promessa del pugilato Gennaro Leone.

La prima condanna era stata di 21 anni, dopo che la Procura ne aveva chiesti in primo grado 23 e in secondo 19. Ora la riduzione in Appello a 17 anni e 7 mesi.

La vicenda nella notte tra il 28 ed il 29 agosto del 2021, in via Vico a Caserta. Lì si incontrarono Gennaro Leone e Gabriel Ippolito. A scatenare la lite, forse, uno sguardo di troppo. Fu una tragedia: il coltello usato da Ippolito recise l’arteria femorale del 18enne che morì dissanguato. Come riporta Fanpage, Ippolito nei giorni successivi dichiarò: “Non volevo ucciderlo, vivo col senso di colpa che mi opprime”, chiedendo anche scusa ai genitori della vittima.