Spaccio e racket per conto del clan Longobardi-Beneduce: 3 arresti a Pozzuoli

Spaccio e racket per conto del clan Longobardi-Beneduce: 3 arresti a Pozzuoli

In due sono finiti in carcere, per il terzo disposti dal giudice gli arresti domiciliari


POZZUOLI – Spaccio per conto del clan Longobardi-Beneduce nel quartiere Reginelle. Tre persone arrestate a Pozzuoli.

Sono accusate di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e tentata estorsione, reati aggravati dall’aggravante della matrice camorristica sotto il duplice profilo dell’utilizzazione del metodo mafioso e dell’agevolazione dell’attività dell’associazione camorristica denominata clan Longobardi – Beneduce, operante sul territorio di Pozzuoli.

Gli arresti sono stati messi in atto dai carabinieri della compagnia locale e disposti dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli con ordinanza di custodia cautelare.

Nello specifico due indagati sono finiti in carcere, uno agli arresti domiciliari. Secondo l’accusa, i tre avrebbero assicurato la continuità e la sistematicità dell’attività di spaccio svolta nel quartiere delle “Reginelle” di Pozzuoli.