Stellantis risponde: “Pomigliano d’Arco continuerà a produrre la Panda”

Stellantis risponde: “Pomigliano d’Arco continuerà a produrre la Panda”

Dopo le parole del Premier serbo Vucic, la Stellantis rassicura gli operai: “Il ciclo di vita continua a Pomigliano”


A distanza di 24 ore dalle parole del Premier serbo Aleksander Vucic che, durante l’incontro con la Premier Giorgia Meloni, aveva annunciato per il prossimo anno l’avvio della produzione della Panda elettrica nello stabilimento di Kragujevac, arriva la risposta di Stellantis. L’azienda è intervenuta per rassicurare i lavoratori e le lavoratrici del sito di Pomigliano d’Arco. Le ultime notizie riportate sulla produzione in Serbia, oltre a non avere una base ufficiale, avevano scatenato polemiche e caos.

Stellantis Pomigliano, la nota

Lo stabilimento di Pomigliano continuerà a produrre la Panda, i tempi sono prematuri per fare ulteriori annunci. A tempo debito i piani industriali saranno comunicati”, a dichiararlo è un portavoce del Gruppo. Allo stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano d’Arco, dove viene assemblata l’auto più venduta del mercato italiano, la preoccupazione era alta e si temeva una piaga economica. Ecco, a seguire, il chiarimento del portavoce:

Riteniamo che l’attuale modello di Fiat Panda soddisfi appieno le esigenze di mobilità di un’ampia fascia di utenti, soprattutto italiani per questo motivo, non la consideriamo in concorrenza con il modello che vedrà la luce in Serbia, che sarà su un’altra piattaforma e posizionato in modo diverso dall’attuale in quanto la Panda sta diventando una famiglia, come lo è per 500. Per questo motivo, se l’evoluzione normativa e le condizioni competitive dello stabilimento di Pomigliano lo consentiranno, è nostra intenzione continuare il suo ciclo di vita e quindi sostenere lo stabilimento fino all’arrivo del nuovo ciclo di modelli e ancora. La fabbrica di Pomigliano ha visto l’arrivo di un prodotto competitivo come l’Alfa Romeo Tonale e la Dodge Hornet per il mercato statunitense. Oggi lo stabilimento lavora su 12 turni sia per il Tonale e Hornet sia per la Panda, che continua a essere un modello vincente, soprattutto grazie alla versione hybrid.”

Come accennato in un precedente articolo, domani – mercoledì 6 dicembre – si svolgerà il tavolo di Stellantis con il Governo sul futuro degli stabilimenti italiani.