Due incidenti a Scafati, le ambulanze arrivano senza medico. Aliberti: “La sanità è finita nella spazzatura”

Due incidenti a Scafati, le ambulanze arrivano senza medico. Aliberti: “La sanità è finita nella spazzatura”

La prima ambulanza arriva dopo 32 minuti, la seconda dopo 41 minuti e tutte e due senza medico a bordo. A soccorrere i feriti è il sindaco Pasquale Aliberti


SCAFATI – Ancora problemi sul fronte sanità in quel di Scafati, in provincia di Salerno. Nella giornata di ieri si sono verificati due incidenti stradali nel giro di un’ora. Il primo si è verificato nel tardo pomeriggio con tre persone ferite, mentre il secondo sinistro dopo circa un’ora, in Corso Nazionale dove un rider è stato travolto da un’autovettura.

Stando a quanto reso noto dal primo cittadino di Scafati, Pasquale Aliberti, un vigile non in servizio ha chiamato l’ambulanza. La prima è arrivata dopo 32 minuti, la seconda dopo 41 minuti e tutte e due senza medico a bordo.

Scafati, la denuncia del sindaco contro un’emergenza non trascurabile

Alla luce dei due decessi avvenuti nella provincia di Salerno nei mesi scorsi, Aliberti ha denunciato ancora una volta la questione, puntando i riflettori su una piaga profonda, ormai sempre più evidente. Ecco, a seguire, le parole disperate del sindaco:

“Questa volta siamo stati fortunati non c’è stato il morto, ma questa è l’emergenza che abbiamo nella nostra città e in Campania alla luce dei fatti che stanno accadendo in questo momento anche in altre parti di regione. Ho chiesto una relazione da parte dei vigili urbani che porteremo allegata al ricorso al Tar che dobbiamo discutere in queste ore relativa all’ordinananza da me firmata e alla quale il direttore generale, quello nominato dal presidente De Luca, si è opposto. Ancora una volta sotto i miei occhi emerge chiaro che il Governo deve intervenire in Campania per commissariare la sanità. Rischiamo di morire ogni giorno con un governo regionale che è contro Scafati solo per motivi di appartenenza partitica”.

Il sindaco scafatese ha dichiarato di essere stato il primo a scendere dall’auto per soccorrere i tre feriti coinvolti nell’incidente. Il suo racconto: Ho fatto il mio dovere di Sindaco e di medico in quei minuti che le ambulanze non arrivavano, giunte poi senza medico a bordo. Non sono stato di intralcio alle operazioni che hanno eseguito perché nessuno ha eseguito alcuna operazione di tipo medico, in quanto i pazienti sono stati messi sulla barella e portati via senza fare manovre di tipo sanitario.

Sull’emergenza sanitaria: “Provano ad attaccarmi, in questo momento anche in privato facendo passare un messaggio sbagliato. – Continua Aliberti – La verità è che in questa Regione la Sanità è finita nella spazzatura e noi finiamo per pagarne le conseguenze insieme ai medici e agli operatori sanitari che tutti i giorni ci mettono la faccia senza avere gli strumenti.”