Ferito e poi bruciato vivo nella sua auto nel Napoletano: arrestati ex moglie e convivente

Ferito e poi bruciato vivo nella sua auto nel Napoletano: arrestati ex moglie e convivente

Domenicantonio Vellega, fu ammazzato tra Acerra e Marigliano il 3 marzo del 2022


ACERRA/MARIGLIANO – I carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Nola, su richiesta della locale Procura, a carico di M. M. e F. M., rispettivamente di 39 e 51 anni.

I due conviventi sono ritenuti gravemente indiziati dell’omicidio aggravato di Domenicantonio Vellega, commesso tra Acerra e Marigliano il 3 marzo del 2022.

Quel giorno i Carabinieri intervennero in via Torricelli ad Acerra, dove una Fiat 600 era in preda alle fiamme: all’interno dell’autovettura fu rinvenuto il cadavere carbonizzato dell’uomo.

Grazie alle indagini e agli accertamenti tecnico-scientifici, condotti sotto il costante coordinamento della Procura di Nola, i militari sono stati in grado di escludere l’iniziale ipotesi suicidaria.

Le ricostruzioni degli inquirenti, nonostante alcuni tentativi degli indagati di sviare le indagini, hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti della ex moglie della vittima e del convivente di quest’ultima.

I due indagati, la sera del 3 marzo 2022, avrebbero gravemente ferito Domenicantonio Vellega all’interno della loro abitazione, cercando successivamente per far sparire il corpo, prima riponendolo all’interno della sua auto e poi incendiando la stessa quando la vittima era ancora in fin di vita.

I due indagati saranno trasferiti rispettivamente al carcere di Poggioreale e all’istituto penitenziario femminile di Pozzuoli.

I destinatari della misura cautelare, allo stato, devono intendersi allo unicamente indiziati di delitto e la loro posizione sarà definitivamente accertata solo all’esito dell’emissione di una sentenza passata in giudicato, in ossequio al principio costituzionale di presunzione di innocenza.