Inclusione sugli sci, in pista con la Polizia: l’iniziativa per i diversamente abili

Inclusione sugli sci, in pista con la Polizia: l’iniziativa per i diversamente abili

I prossimi eventi sono previsti al Passo del Tonale, a Roccaraso, a Canazei, a Bormio ad Alta Badia e a Madonna di Campiglio


La Polizia di Stato e l’associazione Freerider Sport Events, che da anni si occupa di insegnare lo sci alle persone con disabilità neuromotoria, anche quest’anno hanno collaborato per una serie di iniziative dedicate agli atleti diversamente abili.

Nei giorni scorsi, infatti, a Folgaria, il Centro addestramento alpino di Moena ha messo a disposizione personale specializzato del servizio di Sicurezza e Soccorso in montagna: istruttori qualificati che insieme allo staff dell’associazione hanno affiancato i vari atleti, impegnati ad utilizzare monosci e dualski, attrezzi concepiti ad hoc per portatori di disabilità fisiche in totale sicurezza.

La collaborazione fornisce un prezioso supporto in termini di sicurezza e assistenza sulle piste e permette di offrire agli atleti un’esperienza unica. Analoghe iniziative sono previste in molte altre località sciistiche dalle Dolomiti agli Appennini dove è presente la Polizia di Stato sempre in collaborazione con Associazioni che si occupano di persone con disabilità. I prossimi eventi sono previsti al Passo del Tonale, a Roccaraso, a Canazei, a Bormio ad Alta Badia e a Madonna di Campiglio.