Minacce e maltrattamenti ai danni del figlio 12enne, padre violento finisce in manette.

Minacce e maltrattamenti ai danni del figlio 12enne, padre violento finisce in manette.

L’uomo lo avrebbe sottoposto a tre anni di minacce continue, anche con un coltello


Questa mattina, i Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Torre Annunziata hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Torre Annunziata.
L’arresto è stato effettuato su richiesta della Procura della Repubblica nei confronti di un cittadino di Torre Annunziata, indiziato di maltrattamenti in famiglia commessi ai danni del figlio dodicenne.
Le indagini hanno preso avvio da una segnalazione del Responsabile di una comunità per minorenni di Torre Annunziata, dove erano ospitati il minore vittima e la sua sorellina di sette anni. La segnalazione riportava che il minore, alcuni giorni prima, aveva inviato note vocali in cui emergeva che il padre del minore avesse aggredito il figlio, minacciandolo anche con un coltello.
Ulteriori accertamenti effettuati dalla Procura della Repubblica, inclusa l’ascolto del minore e di operatori della comunità, hanno rivelato che questi episodi non erano isolati, ma che il bambino subiva comportamenti vessatori e violenti da parte del padre da almeno tre anni.
In alcune occasioni, il minore presentava lividi a cui non riusciva a dare una spiegazione esaustiva agli educatori della struttura, pertanto con la disposizione dell’Autorità Giudiziaria, si è deciso l’arresto dell’uomo.