Minacciano e picchiano i genitori per estorcergli denaro: due fratelli in manette

Minacciano e picchiano i genitori per estorcergli denaro: due fratelli in manette

Sono stati rintracciati dopo qualche ora ancora in evidente stato di alterazione psicofisica e, accompagnati in caserma, hanno continuato ad inveire violentemente contro i genitori


Esasperati dalle continue aggressioni e minacce ricevute dai figli al solo scopo di estorcergli denaro hanno deciso, nella serata di ieri, di presentarsi presso la Stazione Carabinieri di Mondragone e di raccontare al Maresciallo delle violenze subite.

Così i due anziani genitori 69enni hanno denunciato le gravi minacce e violenze fisiche che da tempo subivano dai due figli conviventi, i quali necessitavano continuamente di denaro per l’acquisto di sostanze stupefacenti.

I due fratelli, un 36enne e un 31enne già noti alle forze dell’ordine, sono stati rintracciati dopo qualche ora ancora in evidente stato di alterazione psicofisica e, accompagnati in caserma, hanno continuato ad inveire violentemente contro i genitori. Dopo la formalizzazione della denuncia querela da parte delle vittime i due sono stati arrestati e accompagnati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Dovranno rispondere di minacce in concorso, estorsione e maltrattamenti in famiglia.